Passione manga: la top ten dei più belli di sempre

Pinterest

Avviso ai naviganti: oggi parleremo di manga, ma non lasciatevi fregare da quello che è l’immaginario comune. I manga non sono solo un infantile intrattenimento per brufolosi adolescenti, ma sono un’importante dimostrazione dell’arte giapponese.

Pensate agli stupendi disegni di geisha e samurai: quando per la prima volta giunsero in Europa nel XIX secolo, fecero immediatamente innamorare i più grandi pittori dell’epoca (Gaguin e Van Gogh su tutti) e influenzarono la loro pittura e di conseguenza la storia nella nostra arte. Quei disegni così tratteggiati, plastici e cromaticamente delicati tuttora affascinano noi occidentali.

La letteratura nipponica è sempre stata legata al mondo delle raffigurazioni in maniera indissolubile. I grandi autori del passato erano contemporaneamente scrittori e incisori, come se le due arti fossero la stessa cosa. Impossibile dire qual è stato il primo manga: questo disegno ad esempio ha 800 anni, e raffigura una lotta di sumo tra rane!

manga1

Quest’altra risale al periodo Edo, secolo d’oro della storia nipponica:

manga2

Le prime riviste a pubblicare storie risalgono a 300 anni, e riguardavano di solito le vite di nobili samurai del passato, attraverso le sfide che affrontano con diversi e sempre più temibili avversari. Non molto diverso da quelli moderni, no?

I manga iniziano a diventare celebri in tutto il mondo con Osamu Tezuka, considerato “il dio del manga”. Ispirandosi ai cartoni della Disney, Tezuka definisce il disegno del manga del dopoguerra: quello con gli occhi giganti, per capirci. Le opere di Tezuka saranno le prime a essere esportate anche in Occidente: La fenice, Kimba il leone bianco e soprattutto Astroboy.

I manga sono dappertutto in Giappone, vengono letti da giovani e anziani, e la passione sembra non arrestarsi nemmeno negli Stati Uniti e in Europa. Andiamo a vedere i fumetti che più abbiamo amato!

10) Holly e Benji

tsubasa

Holly e Benji sono diventati celebri in Italia soprattutto per l’anima che per oltre quindici anni è stato trasmesso in Italia. Ma come quasi sempre accade, l’anime è il remake cartoonizzato del manga, in questo caso di Capitan Tsubasa, uscito in Italia solo nel 2000.

Creato nel 1981 da Yoichi Takahashi, la storia è celebre: la carriera calcistica di Tsubasa Ozora (al secolo Oliver Hutton) in parallelo a quella di Genzo Wakabayashi (ai più noto come Benji Price), che nel corso dei campionati matureranno come calciatori e ragazzi. Da riscoprire!

9) Cavalieri dello zodiaco

saint seiya

Chiamato Saint Seiya, il primo volume esce in Giappone nel lontano 1985. In un mondo in cui si mescola il Pantheon greco, l’astrologia, il medioevo e la filosofia giapponese, Masami Kurumada disegna la storia di quattro ragazzi giapponesi che aspirano a diventare Cavalieri dello Zodiaco, devoti alla dea Atena e protettori della Terra. Anche in questo caso, la fama in Italia è stata data dal fortunato anime.

8) Ken il Guerriero

ken il guerriero

Uno dei primi manga crudi e esplicitamente violenti (e quindi non per un pubblico prettamente infantile) a sfondare in Occidente. Frutto della mente di Tetsuo Hara, vediamo riprodotti in Ken il Guerriero i temi più celebri dei manga anni 80. In un mondo apocalittico post guerra nucleare, un guerriero di arti marziali (64° discendente della nobile scuola di Hokuto) combatte per la giustizia in un mondo di semi-anarchia, dominato da bande di delinquenti. La sua arte marziale consiste nel tocco di “punti di pressione”, in grado di infierire sul nemico morti atroci.

7) Berserk

berserk

Capita spesso che i mondi ricreati nei manga siano una commistione di cultura tradizionale giapponese e occidentale, pescando in particolar modo dalle favole. È questo il caso di Berserk, manga ambientato in un medioevo fantasy cupissimo, avvelenato da violenza, mostri e atrocità. Lo stesso protagonista, Gatsu, è avvelenato da questa realtà, e vaga senza pace in cerca di vendetta.

6) Dragon Ball

dragon ball manga

L’anime più amato e riprodotto in televisione (viene riproposto ogni anno riscuotendo il successo di quindici anni fa), fece conoscere per la prima volta a molti italiani il mondo dei manga. La saga di Dragon Ball si divide in tre storie: l’originale, che tratta le avventure del piccolo guerriero Goku, armato di coda e di una nuvola trasportatrice, alla continua ricerca delle magiche sfere del drago. La seconda serie, Dragon Ball Z, narra le avventure di Goku (ormai cresciuto) alle prese con minacciosi nemici in grado di decidere le sorti dell’universo. Nel terzo, Dragon Ball GT, Goku torna per un destino beffardo bambino.

5) Evangelion

evangelion

Ambientato in un futuro catastrofico e minacciato da robot giganti chiamati Angeli, il giovane Shinji guida un enorme mecha allo scopo di fermare questi terribili mostri distruttori. Uno dei più acclamati manga di sempre, Hideaki Anno mescola i temi classici giapponesi con l’Antico Testamento, tra cabalismi, figure divine e golem.

4) Naruto

naruto

Il giovane Naruto, portatore di uno spaventoso demone, cerca di farsi valere attraverso l’arte dei ninja in un villaggio in cui viene ostracizzato. Nel corso della storia affronterà ninja provenienti da altri villaggi, e terribili nemici intenzionati a distruggere il Villaggio della Foglia. Semplice e complesso allo stesso tempo, è il capolavoro di Masashi Kishimoto, che con grande originalità pesca dalle storiche figure dei ninja una storia che si evolve secondo gli schemi classici del manga.

3) Death Note

death note

Relativamente corto (solo 8 volumi), è la storia di un schivo studente chiamato Light Yagami, che ottiene da un oni (demone giapponese) un diario, con cui può far morire tutte le persone che egli desidera. Psicologicamente ricco e raffinato, la lotta si sposterà presto tra Light e l’eccentrico Elle che gli dà la caccia. Una sconvolgente storia tra guardie e ladri in salsa asiatica.

2) One Piece

one piece

Forse il più celebre manga di sempre. Monkey D. Rufy (nell’anime italiano tradotto come Rubber) è un ragazzo dotato del potere di allungarsi, che aspira a diventare il più grande pirata di sempre e di trovare il mitico “One Piece”, l’inestimabile tesoro lasciato dal leggendario Gol D. Roger. Tra isole fantastiche, nemici diversissimi e compagni di avventura esilaranti, la storia sta proseguendo dal lontano 1999, e non sembra vedere ancora la fine.

1) Vagabond

vagabond

Vagabond è la storia di Musashi Miyamoto, più famoso samurai della storia giapponese, che dalla battaglia di Sekigahara in poi intraprenderà due viaggi: quello in giro per il Giappone dell’epoca Edo, e quello interiore, alla scoperta di sé e della natura umana, attraverso sofferenze, sfide e tentazioni. Un fumetto anomalo, dove il mondo  fantastico dei classici manga lascia spazio a un’avventura vera, facendoci conoscere con enorme fedeltà storica il Giappone medievale. Le dita fatate di Takehiko Inoue fanno sognare pagina dopo pagina, attraverso disegni stupendi e tratti sublimi. Da leggere e rileggere, anche grazie a Kijiji.

Pinterest
The following two tabs change content below.

Carlo Manenti

Sociologo tuttofare e blogger per Kijiji, innamorato di cinema, musica e del calcio di una volta. Dategli musica Soul, Reggae e Rocksteady degli anni 60, e (non) ve ne pentirete.

3 pensieri su “Passione manga: la top ten dei più belli di sempre

  1. Bianca Scapoli

    Sinceramente io ho seguito e amato soltanto il mitico “Death Note” veramente affascinante e avvincente. Certi come “Holly e Benji” sono proprio manga da fighetti. Magari il mio ideale di manga è diverso dal vostro, il mio ideale è shonēn come “Attack on Titan” o “Tokyo Ghoul”. In conclusione penso che mi trovo totalmente in disaccordo con questa classifica.

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Current ye@r *