Archivio mensile:novembre 2015

Ti si è accesa una spia della macchina? Scopri il significato

Non è mai piacevole quando una spia ti si accende sul cruscotto della macchina.
Di solito questi imprevisti succedono quando meno te lo aspetti o in momenti poco opportuni. Molte persone non tengono in macchina il libretto con la spiegazione di cosa si dovrebbe fare in caso di accensione di una determinata spia della propria automobile.
Spesso i conducenti danno poca importanza ad una spia accesa, anche se non sanno il motivo per cui si è illuminata, mettendo a rischio in primis la sicurezza e l’affidabilità della propria vettura. Recarsi in un’officina per chiedere informazioni è la scelta più consigliata perché una persona competente con un’esperienza alle spalle può darvi una soluzione in breve tempo. In alcuni casi basta solo eseguire il rabbocco dell’olio o controllare il livello di qualche liquido.
Se andare dal meccanico non fosse possibile per questioni di tempo, oggi grazie agli smartphone e ad internet si possono reperire le giuste informazioni ed eseguire la corretta procedura per mettere i passeggeri e l’auto in sicurezza. Come?
Esistono molti siti dove reperire informazioni, uno dei più completi che spiega il significato delle spie della macchina più diffuse e importanti è sicuramente spiemacchina.it all’interno del quale è possibile trovare un’utilissima classificazione delle spie divise per colore (Rosse, Gialle, Verdi, Blu, Non luminose)
Segnaliamo anche la possibilità di stampare un PDF da tenere sempre in macchina, contenente una tabella con il simbolo della spia ed il nome corrispondente.
Ricordate sempre di non sottovalutare le spie per la sicurezza di tutti.

– Il ritorno del Subbuteo – di Luca Genzano

Il ritorno del Subbuteo.

Il ritorno del Subbuteo.

Subbuteo: ripercorriamo le tappe principali di una passione senza tempo

Quanti conoscono il Subbuteo e quanti sanno come si gioca a Subbuteo? Probabilmente tanti di voi. Senza dubbio il gioco del calcio da tavolo con il maggiore successo di sempre. La nascita del subbuteo risale agli anni 40 in un piccolo villaggio del Kent (Regno Unito) ma il gioco arrivò e si diffuse in italia solo negli anni 70 e venne prodotto fino al 2003 per poi ripresentarsi nel 2009 grazie alla Fabbri editori.
In rete è possibile trovare una miriade di siti a tema alcuni dei quali davvero di pregevole fattura: sicuramente una lettura a www.collectingsubbuteo.com potrà fornirvi un quadro dettagliato della storia del Subbuteo con uno sguardo attento agli oggetti rari da collezionare.
Dalla nascita sono stati davvero tanti i set, le squadre e gli accessori prodotti da Subbuteo. Praticamente di tutto: dagli accessori per costruirsi uno stadio completo con tanto di fari di illuminazione e spalti fino ad arrivare ai set per rendere il tutto quanto più reale possibile come la polizia a cavallo, i recinti anti invasione, i raccattapalle e tanto altro ancora. In effetti uno “stadio Subbuteo” è davvero di grande impatto anche se spesso a discapito della giocabilità a causa dell’altezza degli spalti.

Subbuteo vintage

I nostalgici del Subbuteo vintage rappresentano tutt’oggi una grossa fetta di appassionati di questo gioco. In realtà spesso con il termine “Subbuteo vintage” ci si riferisce alla produzione Subbuteo che parte dagli anni 50 fino agli anni 90. Le prime produzioni risalgono ai primi anni 50 periodo nel quale vennero prodotte le miniature “flat” piatte prima prodotte in cartoncino e successivamente in celluloide.
Queste figure non vennero mai commercializzate in Italia ed è possibile trovarle solo tramite circoli di collezionisti o su marketplace come eBay. Le flat vennero prodotte fino agli anni 60 per poi lasciare spazio alle figure tridimensionali tra le quali distinguiamo fondamentalmente le miniature in :HW (base con barretta) LW (base a tondino) ZOMBIE (le riconoscete per la postura da zombie del giocatore). Sul finire degli anni 60 la Waddington (azienda britannica di giocattoli) rilevò il marchio per poi venderlo successivamente alla Hasbro. Questa consegna segnerà la fine della favola Subbuteo.

Subbuteo la leggenda

La Fabbri nel 2009 ha pensato bene di riprodurre e commercializzare il Subbuteo attraverso il “Subbuteo La leggenda” una serie di uscite in edicola in accoppiata con la Gazzetta dello Sport con tantissime squadre da collezionare di diverse nazionalità. Nella prima serie del 2009 gli omini prodotti da Fabbri riprendevano le classiche miniature LW mentre nella successiva edizione del 2014 sono state riprodotto agli appassionati subbuteo le miniature HW. A voi la scelta.